Durst presenta Rho Vetrocer a Glasstec: la decorazione digitale su vetro diventa industriale

a cura di Gloria Somaini    //    19/09/2016

Durst – leader nel settore della stampa inkjet industriale, grazie all’intensa attività di ricerca e sviluppo che da sempre la contraddistingue – sarà presente a Glasstec 2016, principale evento europeo dedicato alla lavorazione del vetro, che si terrà a Düsseldorf dal 20 al 23 settembre.

Partendo dalla lunga e consolidata esperienza nella stampa inkjet per il settore grafico, Durst ha saputo dar vita a serie di nuove tecnologie di successo destinate ad altri mercati, tra cui quello delle etichette, della ceramica, tessile e della decorazione su vetro. Per questo specifico ambito è stata progettata Rho Vetrocer, ideale per la personalizzazione spinta di vetrine, porte, facciate di edifici, etc. nonché per applicazioni di decorazione funzionale in piccoli volumi.

Disponibile in tre misure, rispettivamente con luce di stampa 160, 250 e 330 mm, Rho Vetrocer offre la possibilità di produrre piccoli e medi lotti a un costo contenuto, con tempi di avviamento minimi e virtualmente nessun vincolo in termini di formato.

Essendo un prodotto Durst, nella Rho Vetrocer nulla è lasciato al caso. Gli inchiostri ceramici utilizzati, pigmentati e inorganici, sono appositamente prodotti per la stampa su vetro. Grazie alla loro particolare composizione non necessitano dell'uso di primer e la loro asciugatura preliminare (prima della cottura definitiva in forno) è affidata a un’unità IR, con temperatura controllata, incorporata nella macchina.

Il carrello di trasporto, munito di ventose e dotato di trasmissione magnetica, ha una tolleranza di posizionamento inferiore a 0,1 mm e può movimentare fino a 1 tonnellata di peso. Questo, in abbinamento a un sistema di registrazione materiale estremamente preciso, consente di effettuare anche particolari lavorazioni multi layer (denominate Dual-Vision).

La massima qualità di stampa, da sempre caratteristica imprescindibile dei prodotti Durst, è assicurata dalle nuove teste di stampa QSR, con tecnologia Variodrop, e dal Circular Flow System, che previene accumuli e sedimentazione negli inchiostri mediante uno speciale sistema di ricircolo e filtraggio.

Ciliegina sulla torta? Rho Vetrocer è predisposta per un’installazione “in-line” ovvero per essere introdotta all’interno di un flusso produttivo preesistente, composto ad esempio di unità di carico/scarico automatico, lavaggio, etc.

Per saperne di più: durst.it

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook, metti
mi piace alla nostra pagina

SFOGLIA ONLINE IL NUOVO
NUMERO DI ITALIA PUBLISHERS

Non rimanere indietro, ricevi in anteprima le ultime notizie
sul mondo del digital printing

RICERCA RAPIDA

inserisci qui la parola chiave
< Torna agli ARTICOLI ∧ Top