Stampare e comunicare con le cose: a Milano tutte le sfumature del Print of Things

a cura di Elena Panciera    //    28/07/2016

Dopo l'Internet of Things, che ci consentirà di interagire in modo digitale con tutto ciò che ci circonda, siamo arrivati a The Print of Things: stampare e comunicare con le cose. Questo sarà infatti il tema del FESPA Italia DAY, organizzato da FESPA Italia per gli operatori della stampa serigrafica, digitale e tessile. L'appuntamento è a Milano, giovedì 29 settembre, presso il nHow Hotel di via Tortona 35. A questo link è già possibile registrarsi.


Ecco 5 buoni motivi per essere presenti all'edizione, secondo l'opinione di alcuni dei protagonisti e di chi in questo evento ci crede dall'inizio:
 

Il Print of Things è già una realtà

La realtà in cui viviamo è in costante evoluzione: lo vediamo con l'avvento del cosiddetto Internet of Things, che nei prossimi anni ci consentirà di interagire con gli oggetti della nostra quotidianità attraverso la rete. Degli esempi pratici? Si stanno studiando frigoriferi intelligenti, in grado di “leggere” quali alimenti stanno finendo e fare la spesa in autonomia, e sono già realtà sistemi audio governabili attraverso applicazioni.

Parallelamente, e analogamente, il consumatore esige (ed è disposto a pagare) una personalizzazione sempre più estrema. Questo sta avendo degli impatti molto forti non solo nel modo di approcciare il mercato (penso a marketing e vendite), ma anche nello stesso mondo produttivo. Inutile ribadire il ruolo che la stampa, soprattutto digitale, riveste in questo settore, e quale sia il suo potenziale nel futuro: siamo nell'era del Print of Things, dove posso avere un divano dalla grafica composta espressamente per me, regalare un tavolo con stampata una citazione del destinatario, rivestire il soggiorno con la carta da parati stampata con la fotografia scattata durante il mio viaggio di nozze.

Renato Sangalli, Pro-Graphics Sales Manager di Epson Italia, ne è certo: «Il Print of Things è una realtà già da diversi anni. Grazie alla tecnologia PrecisionCore, Epson ha da sempre il vantaggio competitivo della versatilità. Oggi le stampanti Epson SureColor a sublimazione offrono risultati straordinari in termini di brillantezza dei colori. Gli oggetti della quotidianità, i complementi di arredo, le decorazioni d'interni “parlano” il nostro linguaggio e raccontano quello che ognuno di noi vuole».

 

È un'occasione di confronto e networking

«FESPA Italia è l’hub ideale e aperto al confronto tra operatori, associati e partner, orientato alla crescita di business vincenti e sostenibili nel mondo della stampa digitale». Parola di Paola Mortara, amministratore delegato di Fenix Digital Group, che aggiunge: «Crediamo che il progetto FESPA Italia sia importante per unire trasversalmente gli operatori di tutti i campi applicativi: dalla serigrafia alla comunicazione visiva e dal tessile digitale agli specialisti delle nicchie di mercato più verticali, creando una cultura di settore condivisibile».

Un'importante opportunità di networking e aggregazione è data dagli Speedy Meeting, dei veri e propri “speed date” di business. Si tratta di incontri incrociati one-to-one tra i partecipanti (sponsor e audience) che, cronometro alla mano, avranno l'opportunità di presentare sé stessi e la propria attività, alla ricerca di spunti e soprattutto sinergie.

 

Fatti, non parole! Best practice e storie di successo

Anche quest'anno, il FESPA Italia DAY sarà un'occasione per ascoltare dalla viva voce dei protagonisti molte storie di successo nell'ambito della comunicazione visiva. Saranno tre le sessioni clou: Decorative Market (stampa su legno, vetro, ceramica... e chi più ne ha più ne metta!), 3D Printing, e Out of Home Market (investimenti pubblicitari e applicazioni “wow”).

Una di quelle storie potrebbe essere la tua: mandala a FESPA Italia, racconta la tua esperienza e quella del tuo cliente (anzi, coinvolgilo, e invitalo a parlare insieme a te al FESPA Italia DAY). La call for speaker è ancora aperta, basta cliccare qui per sottoporre la propria proposta.

 

Si respira un'aria internazionale

Tutte le sessioni e gli interventi saranno tradotti, quindi non è necessario conoscere perfettamente l'inglese per partecipare al FESPA Italia Day. L'aria che si respira, però, sarà internazionale anche grazie a relatori del calibro di Ron Gilboa, direttore Functional Printing & Packaging di InfoTrends, che parlerà di come la domanda del consumatore guiderà nei prossimi cinque anni la proposta di soluzioni PoT (Print of Things) e DPoT (Digital Print of Things), con una panoramica sui settori degli inchiostri, dei supporti, dei software e dei sistemi di stampa e finishing.


 

Si può bissare con la Digital Textile Conference di FESPA

Nella stessa location, il 30 settembre, ovvero il giorno dopo il FESPA Italia DAY, si terrà la Digital Textile Conference organizzata da FESPA: un'ulteriore opportunità di approfondire argomenti “caldi” legati alla stampa digitale tessile, con ospiti internazionali. Sono già aperte le registrazioni online per entrambe le giornate a questo link.



www.fespaitalia.it

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook, metti
mi piace alla nostra pagina

SFOGLIA ONLINE IL NUOVO
NUMERO DI ITALIA PUBLISHERS

Non rimanere indietro, ricevi in anteprima le ultime notizie
sul mondo del digital printing

RICERCA RAPIDA

inserisci qui la parola chiave
< Torna agli ARTICOLI ∧ Top