Da Omega a Tau e un nuovo concept da scoprire: l'industrial Durst a drupa

a cura della Redazione    //    08/06/2012

La scorsa settimana vi avevamo offerto un'ampia panoramica dedicata alle tecnologie Rho 1000 e Rho P10 introdotte a drupa da Durst, segnalandovi che presto vi avremmo offerto ulteriori dettagli dedicati sia alla novità superwide Rho 320R HS sia alla novità per labeling Tau330, oltre ai nuovi Plus di Omega 1 e non solo... Scopri tutto!

La costanza e la risolutezza di Durst nella creazione di tecnologie dedicate per l'industria della stampa inkjet superwide format e flatbed hanno lasciato il segno anche sull'edizione 2012 di drupa. Presso lo stand del player altoatesino, infatti, la gamma completa di sistemi Uv-curable in splendida forma, costantemente operativi e un nuovo concept per la stampa industriale... Nessun prototipo, come sottolineato durante la conferenza stampa, ma prodotti solidi e destinati a soddisfare sia le esigenze degli operatori delle graphic arts sia della stampa di grande formato a cui si aggiunge un concept che dimostra l'ulteriore apertura di Durst verso l'industria tampografica e serigrafica di piccolo formato. Tecnologie inkjet in grado di rivaleggiare e superare in versatilità offset, serigrafia e flexo, in specifiche aree applicative. Dopo avervi mostrato le nuove Rho 1000 e Rho P10 la settimana scorsa, è questo il momento di focalizzarci sul superwide ad alta velocità oltre che sull'Uv entry level di casa durst premiato da EDP e una novità unica per il settore delle etichette e packaging: Rho 320R HS, Omega 1 Plus, Tau 330 e, infine, Rho IP.

Per la stampa superwide format Uv da 3,2m ad alta velocità, Durst ha introdotto a drupa la nuova Rho 320R HS che ottimizza ulteriormente l'engine del modello leader di mercato Rho 320R, consentendo il caricamento di bobine da 600 mm di diametro massimo, oppure, 2 bobine da 160 cm ciascuna. Massimo livello di automatizzazione per spingere la produttività fino agli 288m?/ora in qualità fotorealistica, 24/7, stampando in quadricromia o esacromia su un'ampia gamma di supporti tradizionali o diversificanti come i tessuti in poliestere.

Per durst Omega 1 Plus si è rivelata una drupa eccezionale, a questa soluzione è stato infatti conferito il premio EDP (European Digital Press Association) come la migliore tecnologia ibrida roll-to-roll e flatbed UV della categoria sotto i 200mila euro. Omega 1 Plus rappresenta un’evoluzione di Omega 1, realizzata dal produttore altoatesino per offrire maggiore qualità di stampa fine art attraverso l'introduzione dell'inchiostro bianco coprente e grigio. La gestione di bobine e supporti rigidi attraverso una struttura robusta ma di semplice accesso per l'operatore, rendono questa macchina pronta a tutte le sfide per gli stampatori offset e di grande formato che intendono aprire all'inkjet Uv.

Rho IP è la nuova proposta inkjet Durst mirata per applicazioni di stampa serigrafica o tampografica. Un motore di stampa inkjet ad alta velocità che può essere integrato in linee di produzione automatizzate e configurato in base alle specifiche applicazioni. Questo plotter-concept industriale fornisce un'incredibile flessibilità alle serigrafie e agli stampatori che utilizzano la stampa tampografica, poiché offre la capacità di stampare direttamente su una gamma molto ampia di supporti e di ottenere margini di profitto anche sulle piccole tirature, sulla stampa on demand e sulla produzione just in time. Parliamo di tastiere a membrana, cruscotti, lamiere, gadget e molto altro ancora. Una soluzione aperta alle esigenze del mercato che ha consentito a durst, durante drupa, un confronto diretto con operatori di tutto il mondo.

Non solo superwide format e stampa flatbed Uv all'interno dello stand Durst, ma un'interno corner dedicato alla nuova soluzione industrial Uv per la produzione di etichette (e non solo!) on-demand; stiamo parlando di Durst Tau 330. Una macchina nata per estendere la luce di stampa rispatto al modello precedente (svelato ad Ipex 2010) e portandola a 330 mm, con una velocità operativa di 48 metri lineari al minuto, raggiunta grazie ad una perfetta ingegnerizzazione delle teste inkjet Xaar 1001. Produttività che in cicli operativi da 950m? all’ora portano l'operatività giornaliera a livelli superiori rispetto alla flexo, senza scendere a compromessi rispetto alla personalizzazione o al cambio del soggetto in tempo reale. La risoluzione è fotografica e pari a 720x360dpi, la goccia è variabile e non mancano inchiostri Orange, Violet e bianco... Un prodotto unico che punta alla massima produttività su supporti tipici del mercato flexo con un investimento accessibile.

Per maggiori informazioni: Durst 

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook, metti
mi piace alla nostra pagina

SFOGLIA ONLINE IL NUOVO
NUMERO DI ITALIA PUBLISHERS

Non rimanere indietro, ricevi in anteprima le ultime notizie
sul mondo del digital printing

RICERCA RAPIDA

inserisci qui la parola chiave
< Torna agli ARTICOLI ∧ Top