Digital wide finishing: soluzioni concrete per spaziare dal packaging al sign & display

a cura della Redazione    //    12/09/2014

Una rassegna completa sui più recenti sistemi di finitura digitale presenti sul mercato. Dal taglio alla fresatura, soluzioni e opportunità firmate dai maggiori player del Made in Italy e di fama mondiale.

Scegliere la soluzione di finitura digitale ideale da abbinare alla propria attività di stampa on-demand su rigido o in roll-to-roll, dal wide format al superwide format, richiede un’analisi approfondita delle piattaforme disponibili sul mercato. Dal tavolo da taglio entry level, al sistema high-end completamente automatizzato, la gamma di soluzioni fornita da player del calibro di: Aristo, Elitron, Esko, Protek, Zünd (per citarne alcuni), è in costante aumento e aggiornamento. Molto più concretamente e agevolmente che in passato, i sistemi di finitura piani moderni sono comprensivi di utensili intercambiabili per il taglio (anche oscillanti e ad alta frequenza), cordonatori e frese (anche da migliaia di Watt di potenza), progettati per la finitura ottimale di ogni genere di materiale. Ciascun sistema, in funzione degli strumenti e della configurazione prescelta, permette oggi di spaziare liberamente dal digital mock-up 3D, o da un disegno parametrico, al primo prototipo in pochi clic. Confezionare entro poche ore dalla ricezione dell’ordine piccoli lotti o gestire commesse composte da svariate migliaia di pezzi personalizzati non è più un problema.

Gli operatori dell’industria grafica, così come gli specialisti della cartotecnica e del sign & display, richiedono soluzioni sempre più complete e ricche di utensili di finitura, ma allo stesso tempo facili da utilizzare e in grado di ridurre al minimo gli sprechi di tempo e materiale. In base al livello di struttura organizzativa di ciascun centro stampa digitale e relativa filiera delle lavorazioni, poi, la piattaforma di finitura hardware può o meno “dialogare” ricevendo e inviando informazioni con l’insieme di software gestionali (Mis e/o Crm) e workflow dedicati, o di terze parti, già presenti in azienda o di futura installazione. Da valutarsi molto accuratamente prima dell’acquisto sono l’espandibilità con nuovi o diversi strumenti di finitura della piattaforma, la sua sicurezza e affidabilità nel tempo. Ultimo, ma non meno importante, la valutazione del know how e delle competenze sul campo del vostro partner tecnologico al quale vi affiderete per la messa in opera della macchina, l’assistenza tecnica o la reattività in caso di emergenza…

L'articolo completo è disponibile dalla nostra edicola digitale, in versione sfogliabile gratuita sul numero di Luglio.

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook, metti
mi piace alla nostra pagina

SFOGLIA ONLINE IL NUOVO
NUMERO DI ITALIA PUBLISHERS

Non rimanere indietro, ricevi in anteprima le ultime notizie
sul mondo del digital printing

RICERCA RAPIDA

inserisci qui la parola chiave
< Torna agli ARTICOLI ∧ Top