Facciamo il punto sulle lastre per commercial printing

a cura della Redazione    //    10/04/2014

Perché torniamo a parlarvi di lastre per la stampa offset dopo aver assistito ad una drupa dominata dall’inkjet e una Grafitalia orfana dell’offset? La stampa offset esiste e continuerà ad esistere anche in futuro solo dove è effettivamente necessaria, i volumi sono sufficientemente alti e l’armonizzazione del flusso di lavoro (anche di provenienza dal Web-to-Print) ne permette il reale sfruttamento delle capacità produttive.
Kodak sonora xp

La costante erosione delle quote di mercato, un tempo appartenenti alla sola offset, oggi conquistate dalle più diverse soluzioni digitali inkjet e toner, ha dato una indicazione precisa a tutti i produttori impegnati nella produzione di macchine, CtP, lastre e consumabili dedicati, delle diverse strade percorribili per contrastare il fenomeno. La stampa digitale ha permesso di ridurre i consumi energetici e dei consumabili, abbattere i tempi di produzione a partire dall’avviamento, azzerare quasi del tutto gli scarti.

fujifilm brillia

Non è quindi un caso che i tre maggiori produttori di lastre al mondo: Agfa Graphics, Kodak e Fujifilm, offrano ancora oggi prodotti dedicati alla offset commerciale e continuino a rinnovarne le caratteristiche. Ci riferiamo a lastre offset che, grazie a importanti investimenti in ricerca e sviluppo, consentono oggi una stabilità dei processi produttivi, una riduzione quasi totale della quantità di prodotti chimici… Leggi l'articolo completo sul numero di Marzo di Italia Publishers magazine disponibile dall'edicola digitale in versione sfogliabile gratuita!

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook, metti
mi piace alla nostra pagina

SFOGLIA ONLINE IL NUOVO
NUMERO DI ITALIA PUBLISHERS

Non rimanere indietro, ricevi in anteprima le ultime notizie
sul mondo del digital printing

RICERCA RAPIDA

inserisci qui la parola chiave
< Torna agli ARTICOLI ∧ Top