Fujifilm: il workflow Xmf si completa e rinnova per le sfide dell'inkjet e cross-media

a cura della Redazione    //    13/09/2013

Fujifilm ha lanciato in questi giorni la nuova release 5.5 di XMF Workflow che introduce l'architettura esclusiva di Adobe Mercury RIP, offrendo un nuovo livello di performance e controllo nella produzione digitale. La nuova architettura, infatti è progettata per supportare al meglio le rivoluzionarie single pass inkjet per la stampa a foglio in formato B2 e la rotativa inkjet ad alta produttività, rispettivamente Fujifilm Jet Press 720 e Jet Press 540w.

Un flusso 100% pensato per soddisfare le esigenze di un mercato sempre digitale e orientato alla pubblicazione multipattaforma spaziando dalla carta al dispositivo digitale di ultima generazione. Fujifilm Xmf 5.5 è il nuovo cross-media workflow del player nipponico svilppato per rendere possibile una migliore gestione e controllo del dato digitale e le infinite possibilità del dato variabile ai fini della personalizzazione degli stampati.

Con il nuovo Xmf 5.5, Fujifilm mantiene il motore di rendering del contenuto, cioè Adobe Pdf Print Engine, mentre viene introdotto il framework scalabile di ultima generazione ovvero l'Adobe Mercury RIP Architecture. Per i più curiosi, si tratta di una soluzione con architettura di elaborazione dati in parallelo caratterizzata da "multi-lier caching" distribuiti e carico bilanciato sulla macchina per sfruttarne appieno l'hardware disponibile.

"Le stampanti digitali pongono enormi richieste ai sistemi workflow, quindi il nostro obiettivo è stato quello di sviluppare un ambiente di stampa end-to-end estremamente efficiente che consente alle aziende di aumentare produttività e competitività", commenta John Davies, workflow business strategy manager di Fujifilm Europa. "Oltre ad essere il primo produttore a introdurre sul mercato un workflow progettato da zero attorno a JDF e Adobe PDF Print Engine (APPE), Fujifilm si rinnova ancora una volta con l'introduzione della nuova Mercury RIP Architecture di Adobe."

Il nuovo Xmf 5.5, quindi consente una migliore gestione e integrazione con le attuali applicazioni Fujifilm sul mercato, massimizzando l'investimento e offrendo una serie di vantaggi a tutti coloro che intendo introdurre in azienda nuove tecnologie inkjet ad alta produttività.
Tra le caratteristiche specifiche di Xmf 5.5 troviamo:
- Supporto VDP e database
- Integrazione MIS e JDF
- 3D proofing automatico
- Migliorata integrazione con XMF ColorPath (il sistema Fujifilm per la gestione del colore basato su architettura cloud)

Per maggiori informazioni: Fujifilm

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook, metti
mi piace alla nostra pagina

SFOGLIA ONLINE IL NUOVO
NUMERO DI ITALIA PUBLISHERS

Non rimanere indietro, ricevi in anteprima le ultime notizie
sul mondo del digital printing

RICERCA RAPIDA

inserisci qui la parola chiave
< Torna agli ARTICOLI ∧ Top